Circolo dei tuffi impressionista

TOM DALEY su GUSTAVE CAILLEBOTTE, Ritratti in campagna (1876). Olio su tela (95×111 cm). Musée Baron Gérard, Bayeux.

Come sempre vi ricordo di iscrivervi al canale YouTube di Arte a modino: YouTube.com/arteamodino

Film a luci rosse nella Reggia di Monza?!? Analisi del video

Questa settimana si è molto parlato del video a luci rosse girato alla Reggia di Monza.

Tanti titoloni ad effetto, ma nessuno si è preso la briga di analizzare approfonditamente il video.

L’ho fatto io per voi.

Annunci brutti e fatti male: opere d’arte in vendita sulla rete

Annunci brutti (ma proprio brutti!) di opere d’arte in vendita trovati in rete. Annunci sgrammaticati, opere d’arte improponibili e oggetti da collezione improbabili.

Avete mai sentito parlare del famoso pittore “Goffredo”?

Vorreste accaparrarvi una litografia di “3cani”?

Non sapete dove acquistare una scultura a “c’era persa”?

Vorreste comprare un’opera fatta di barattoli di polpa Mutti che qualcuno tiene nella propria cantina e non sapete come fare?

Guardate il video e seguite i consigli di Arte a modino!

Come sempre vi ricordo di iscrivervi al canale YouTube di Arte a modino e di mettere “mi piace” al video.

Grazie!

Statue portafortuna, toccate da tutti

Una brutta abitudine sempre più diffusa che giorno dopo giorno sta logorando il nostro patrimonio artistico.

Una vera e propria piaga che sta lentamente, ma inesorabilmente, consumando i nostri beni culturali.

Siamo di fronte ad un disturbo che secondo le statistiche diffuse dal “Peretola and Brozzi Instuitute of Technology”, colpisce addirittura 1 turista su 2 (cifra che, analizzata dagli esperti, sembra aggirarsi quindi attorno al 50% dei casi).

Sto parlando dell’annoso problema del PALPEGGIAMENTO DELLE STATUE.

Nel video vedrete alcuni casi veramente clamorosi di statue indifese a cui vengono strofinate parti del corpo impensabili, spesso con motivazioni davvero poco credibili.

Possiamo fare qualcosa?

E se sì… che cosa?

Buona visione (e ricordatevi di iscrivervi al canale YouTube di Arte a modino! GRAZIE)

L’evirazione di Urano

Storia iconografica di una degli episodi più truculenti di tutta la mitologia classica: la mutilazione ai genitali di Urano da parte di suo figlio Crono.

Nel video:

– si parlerà di come gli artisti del passato abbiano interpretato questo passo della Teogonia di Esiodo.

– si farà chiarezza sui concetti di “evirazione” e di “castrazione”.

– si scoprirà che Afrodite non è proprio nata dalla schiuma del mare.

– si parlerà del fatto che se tagli i genitali a tuo padre, tuo figlio potrebbe fare lo stesso con te.

Buona visione! Se vi fosse piaciuto il video, vi ricordo di iscrivervi al canale YouTube di Arte a modino e di mettere “mi piace”.

Santa Apollonia: iconografia di una martire a cui vennero staccati tutti i denti con le tenaglie

Prosegue la serie di puntate riguardanti l’iconografia di santi morti in malo modo.

Questa volta è il turno di Santa Apollonia, anziana donna nubile e vergine, vissuta ad Alessandria d’Egitto attorno alla metà del III secolo. Suo malgrado patrona di dentisti, odontotecnici ed igienisti dentali, proprio in virtù del terribile martirio a cui fu sottoposta. Poi, che proprio di martirio si fosse trattato, la Chiesa dovette ragionarci un po’ su… Martirio o suicidio?!? Alla fine, dopo non poche disquisizioni, si decise che si fosse trattato di martirio.

Secoli dopo ancora problemi per la Chiesa: questa volta i dubbi provengono dalle reliquie. Sono troppe! Nel senso che il numero dei denti attribuiti alla santa e venerati come tali, non coincidono con quanto suggerirebbe l’anatomia umana (e anche il comune buon senso).

Non voglio spoilerarvi il contenuto del video, ma vi dico che c’è un papa che si comporta esattamente al contrario di come si comporterebbe una Fatina dei Denti.

Rimanendo sulla questione iconografica, anche nel caso di Apollonia gli artisti di ogni epoca nei loro dipinti ed incisioni non hanno risparmiato particolari sanguinosi e truculenti.

Buona visione! Se vi fosse piaciuto il video, vi ricordo di iscrivervi al canale YouTube di Arte a modino e di mettere “mi piace”.

A presto!

Il santo con la testa di cane: iconografia di san Cristoforo Cinocefalo

È possibile ritrarre un santo con le fattezze di un cane, per poi esporlo alla venerazione dei fedeli nei luoghi culto?

In molte zone d’Europa sì. O meglio, è stato possibile per molti secoli.

Anzi, è stata proprio una consuetudine.

Nel nuovo video di Arte a modino vi racconto la storia dietro l’assurda (ma stupenda) iconografia di San Cristoforo Cinocefalo.

“Bonanno” a tutti quanti

BONANNO PISANO, Strage degli innocenti (fine sec.XII). Lastra in bronzo della Porta di San Ranieri. Pisa, Museo dell’Opera del Duomo

No, non è stato un Bonanno.

Speriamo nel 2021.

Auguri a tutti gli amici di Arte a modino.

Cosma e Damiano: bizzarra iconografia di due santi medici

Una storia di due santi ignifughi e dalla superficie rimbalzante che hanno fatto sudare sette camicie ai propri aguzzini prima di essere giustiziati.

Ma anche una storia di profanazione di tombe e di trapianti chirurgici interrazziali.

Ma soprattutto una storia con un cammello parlante che alla fine, con il suo intervento perentorio, risolve una delicata situazione durante un solenne funerale di gruppo.

Attraverso le opere di Beato Angelico e di altri artisti, nel mio nuovo video vi voglio parlare della bizzarra iconografia dei santi Cosma e Damiano.

Arte a modino Contest: la serata finale

Ecco il video della serata finale dell’arte a modino Contest 2020. Il contest, giunto ormai alla terza edizione, quest’anno era dedicato alla creazione dell’iconografia della Madonna del Codacons.

Dopo il voto su facebook ed il voto della giuria di esperti, abbiamo finalmente un vincitore: l’edizione dell’Arte a modino Contest 2020 va a Leonardo Ciapetti, “IL PITTORE DI SESTO”.

Questa è la sua “Madonna del Codacons”.

Tecnica: olio su sfondo acrilico

Cartone telato 30×40;

“Se esistesse una protettrice dei diritti dei cittadini in quanto consumatori non potrebbe avere altro che le vesti di una giovane determinata e competente allo stesso tempo strenua in difesa e decisa in attacco.Non nego che un pensiero è andato al “Quarto Stato” di Pellizza da Volpedo dal quale ho tratto qualche spunto di ispirazione”.

Il Secondo posto è andato a Rita Forotti. Terzo posto per Giolugamma

Un grazie e un caloroso abbraccio virtuale a tutti gli artisti che hanno partecipato all’edizione di quest’anno:

Giuseppangela Campus

Filippo Canali

Mario de Nicolais

Rita Forotti

GioLu Gamma

Stefano Mariotti

Sofia Masullo

Andrea Zocco

…e alla strepitosa giuria di esperti:

Antonietta Bandelloni (Michelangelo Buonarroti è tornato)

Cristian camanzi (Artesplorando)

Fabrizio Federici (Mo(n)stre)

Alla prossima edizione dell’#AAMcontest!