Arte a modino Contest 2019

 

Come promesso, eccoci giunti alla seconda edizione del Contest di Arte a modino.

Visto il successo della prima edizione e dato che in molti mi avete chiesto di ripetere il concorso, ecco dunque a voi l’Arte a modino Contest 2019.

La manifestazione, salvo imprevisti o repentini cambi di idea da parte mia, si ripeterà d’ora in poi con cadenza annuale.

Per quanto riguarda il contest di quest’anno ho deciso di spiazzarvi: sarà infatti molto diverso sia nella forma che nei contenuti rispetto alla prima edizione.

Il Contest 2018, dedicato alla creazione dell’iconografia della Madonna della Torta, ha visto un’ampia e insperata partecipazione da parte vostra. Per rinfrescarvi la memoria ecco qui un po’ di link:

PRIMO CONTEST ICONOGRAFICO DI ARTE A MODINO: diamo un’immagine alla “Madonna della Torta” di Paolo Brosio
Primo contest iconografico di Arte a modino: ecco le opere in gara
I risultati del primo Arte a modino Contest (“Madonna della Torta”)

 

 

 

Quest’anno si cambia radicalmente.

Eravate già pronti a creare una nuova iconografia, vero?

Pensavate che dopo la Madonna della Torta di Brosio vi proponessi qualche blasfema rivisitazione iconografica tipo il “cuoreimmacolatodimaria” citato spesso da un ex vicepremier?

No, per quest’anno non sarà così.

Quest’anno niente arti figurative.

Questo è l’anno delle grandi retrospettive dedicate a Marina Abramovic; è l’anno in cui la Lituania vince la Biennale di Venezia con un’opera a metà fra installazione e performance teatrale.

Il Contest di Arte a modino per il 2019 non poteva quindi che essere dedicato alla performance art.

Per partecipare al concorso dovrete inviare il video o una foto della vostra performance al seguente indirizzo:

arteamodino@gmail.com

 

 

 

  1. Il tema della performance è libero. Unica condizione da rispettare, pena la non ammissione al concorso, è la presenza all’interno della performance, di un gesto. Il gesto in questione è quello legato all’immagine di copertina di Arte a modino, immagine che accompagna il blog fin dalla sua creazione nel lontano 2012 (vedi foto allegata).aamodinojpg

  2. La performance può essere svolta da soli oppure in compagnia (il gesto non necessariamente deve essere rivolto verso la narice di un altro soggetto, ma può anche essere la propria)

  3. Sono comunque ammesse performance di gruppo.

  4. La performance può avere luogo ovunque. Sarà maggiormente apprezzata se avrà come sfondo un monumento della vostra città, un’opera d’arte o se avverrà all’interno di un museo.

  5. Se volete tutelare la vostra privacy, o se semplicemente vi vergognate di quello che state facendo, sono ammesse anche performance svolte con il volto coperto.

  6. Il video o le foto dovranno essere accompagnate da una congrua spiegazione della performance artistica stessa (certo, non è che vi mettete le dita nel naso così, senza senso, e poi pretendete anche un premio!). La spiegazione del significato avrà un ruolo importante nella valutazione da parte della giuria.

  7. Arte a modino e il suo autore non dovranno in nessun modo essere considerati responsabili di eventuali violazioni delle leggi vigenti sul territorio commesse durante lo svolgimento delle performance (io non vi conosco, questo Contest non è mai esistito. Capito?).

  8. Il vincitore, decretato dal giudizio insindacabile di una giuria di esperti, oltre che avere l’onore di avere il proprio nome inciso ad imperitura memoria nell’Albo d’oro della competizione, riceverà in premio l’ambita maglietta di Arte a modino.

I video o le foto con le vostre performance dovranno essere spedite all’indirizzo mail entro e non oltre il 30 novembre 2019.

Annunci

Ritorna il Contest di Arte a modino

contest2019spot

Il Contest sta per tornare.

Sappiatelo.

Da lunedì tutti i dettagli su come partecipare all’edizione 2019.

In palio sempre la solita magliettina.

 

 

 

A volte ritornano

bonisoliefranceschini

IERI, OGGI E DOMANI

Stato d’animo attuale: espressione di Bonisoli.

 

 

Ecco alcuni interessanti articoli sul ritorno di Dario Franceschini alla guida del Mibac (che tornerà ad essere Mibact):

 

 

Franceschini dalla A alla Z. Super ripasso di quello che ha fatto da ministro, cosa tenere e cosa buttare 

(Finestre sull’Arte)

 

 

Tomaso Montanari, Franceschini, torna il Mibact peggiore 

(Emergenza Cultura, dall’articolo di Tomaso Montanari su “Il Fatto Quotidiano” del 05/09/2019)

 

 

 

Versione zero

baciohayez

È solo una questione di definizioni.

Sono sottigliezze…

 

Per conoscere la storia delle tre versioni dell’opera di Francesco Hayez, vi rimando a questo interessante articolo di Federico Giannini e Ilaria Baratta pubblicato su “Finestre sull’Arte”:

Il bacio di Francesco Hayez: quante e quali sono le versioni?

Gondola Fiorentina

gondolatour

Ai turisti italiani potrà sembrare strano, magari si faranno una risata.
Ai turisti stranieri, quelli un po’ meno accorti, forse no. Forse una volta tornati a casa racconteranno agli amici di essere stati in gondola lungo i canali della città del giglio.

Signore e Signori, ecco a voi quello che ci siamo inventati a Firenze: un giro della città a bordo delle celeberrime GONDOLE FIORENTINE! (tutto vero, non è photoshop, ve lo giuro, la foto che vedete è tratta una brochure di una agenzia turistica).

Era veramente necessario tutto questo?
Non lo so. Io comunque comincio a temere per l’arrivo delle Grandi Navi in zona Ponte Vecchio…

Scalinate

scalinatasalvini1

In fondo le scalinate si assomigliano un po’ tutte… non è vero?

ADRIANAAAAAAAAA!!!

Piccoli traguardi

20190513_110503

 

 

La pagina Facebook di Arte a modino è arrivata a 10000 like.
Voglio ringraziare di cuore tutti i miei follower condividendo idealmente con voi questo dolcetto alle fragole.
Lo so, è un po’ raffazzonato e nel complesso può sembrare un po’ triste, ma il traguardo dei 10000 è stato raggiunto all’improvviso, poi in questi giorni ho avuto da fare, insomma…
Vi giuro che per il prossimo traguardo commissionerò una torta di cake design raffigurante una cattedrale gotica o un complesso gruppo scultoreo neoclassico. Quando raggiungerò i 100.000.

Grazie a tutti!
Alessio Bernardi – Arte a modino

Restauro antirughe della “Vecchia” di Giorgione

VECCHIA

Terminato il restauro del ritratto femminile detto la “Vecchia”, di Giorgione.
Databile al 1506, adesso la signora raffigurata dimostra almeno 10 anni meno.

Per questo molti studiosi adesso la datano attorno al 1516.

 

Per ulteriori approfondimenti sul restauro: https://www.finestresullarte.info/1024n_tutto-sul-restauro-vecchia-giorgione.php

Loredana Bertè e le citazioni rembrandtiane

berte

Quello che ricorderò dell’ultima edizione del festival di Sanremo: la citazione rembrandtiana di Loredana Bertè durante la sua esibizione sul palco dell’Ariston.

(Rembrandt Harmenszoon Van Rijn, “Giovane donna al bagno in un ruscello“, olio su tavola (61,8×47 cm), 1654. Londra, National Gallery)

I musei e le nuove disposizioni dell’Accademia della Crusca

renoir

Hanno suscitato scalpore le recenti dichiarazioni di Vittorio Coletti, socio dell’Accademia della Crusca. Alla domanda se fosse lecita o no la costruzione transitiva del verbo “sedere”, ha così risposto:

“Si può rispondere di sì, ormai è stata accolta nell’uso, anche se non ha paralleli in costrutti consolidati con l’oggetto interno come li hanno salire o scendere (le scale, un pendio). Non vedo il motivo per proibirla e neppure, a dire il vero, per sconsigliarla […] Diciamo insomma che sedere – conclude – come altri verbi di moto, ammette in usi regionali e popolari sempre più estesi anche l’oggetto diretto e che in questa costruzione ha una sua efficacia e sinteticità espressiva che può indurre a sorvolare sui suoi limiti grammaticali”.

Anche i musei dovranno quindi adeguarsi alle nuove disposizioni dell’Accademia della crusca. Già pronte le nuove targhette da apporre accanto ai quadri a descrizione delle opere, con i nuovi titoli aggiornati.