Salvate il soldato Eike Schmidt (dai ricorsi al TAR)

Quando c’è bisogno di aiutare un amico non mi tiro mai indietro.

Quando poi questo amico è il direttore di un importante museo italiano, ingiustamente accusato di non essere idoneo alla carica assegnatagli solo perché cittadino tedesco, ecco, allora io faccio letteralmente CARTE FALSE per aiutarlo.

La sentenza del TAR del Lazio ha annullato le nomine di 5 dei 20 “superdirettori” scelti in seguito alla discussa selezione.

La sentenza ha colpito i direttori di Palazzo Ducale di Mantova, del Museo archeologico nazionale di Napoli, del Museo archeologico nazionale di Taranto, del Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria e delle Gallerie Estensi di Modena.

Per adesso il direttore degli Uffizi l’ha scampata. Per i giudici la candidata che aveva fatto ricorso, non avendo potuto dimostrare “l’illegittimità della estromissione dalla ‘decina’ dei candidati idonei a concorrere alla seconda fase della complessa procedura selettiva”, non ha dunque “alcun interesse diretto alla impugnazione delle nomine”.

Eike quindi è salvo.

Ma ne siamo davvero sicuri?

Assolutamente no. Infatti io, per sicurezza, mi sono portato avanti con il lavoro. Da oggi Eike Schmidt è cittadino italiano.

Ci sono alcune cose che vorrei puntualizzare.

Troppe cose sono state dette, tra il vero e il non vero, altre completamente false.

La prima, spesso utilizzata dai detrattori di Eike Schmidt per sminuirlo, è che l’unica carica dirigenziale da lui avuta sia stata la direzione del Minneapolis Institute of Art. Assolutamente no! Cari detrattori miei… Eike non è mai stato direttore di quel museo. Bensì curatore e capo del dipartimento di scultura, arti applicate e tessili di quel museo.

Altra falsità: il direttore non è originario della Sassonia, come ho detto scherzosamente nella telefonata. Assolutamente no. Siamo seri. È della BRISGOVIA. Friburgo in Brisgovia. Ma naturalmente si tratta solo del luogo dove è nato e vissuto… le sue origini, ormai è chiaro, sono italiane, anzi TOSCANE.

Verissime invece sono le sue dichiarazioni risalenti all’anno scorso, alla vigilia dell’attesissima partita Italia – Germania, valevole per i quarti di finale dei Campionati Europei 2016. (vedi qui l’articolo Se anche Schmidt tifa Italia)

Il direttore è tifosissimo dell’Italia. Cosa volete di più a riprova della sua italianità?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: