Florence Biennale 2015 – POLITO artista plastico

Tante opere alla Florence Biennale, così tante da non capirci più niente.

Alle fine non mi ci raccapezzavo più: “Ah no… ma qui ci sono già passato, questo l’ho già visto… anzi no… forse sì… però somigliava al quadro di quell’altro artista che avevo visto all’inizio della mostra…”. Insomma, tanti artisti però spesso poco riconoscibili (almeno da me!).

Qualcosa che ha colpito la mia attenzione l’ho trovata: un omino del lego alto come un bambino di tre anni. Splendido! Una cosa veramente fuori di testa, direi.

Non ho potuto fare a meno di fermarmi ed intervistare l’artista.

E qui ho conosciuto il simpaticissimo GianPablo Polito, dal Venezuela ma con padre italiano. Il suo accento sudamericano mi ha subito conquistato.

Non solo omini del lego: Polito espone alla Biennale anche un biscotto Oreo ed un tipico cioccolatino venezuelano. Tutti realizzati in resina in dimensioni extralarge.

Oggetti semplici, tutti apparentemente legati all’infanzia. Ed infatti Polito vuole esprimere nelle sue opere proprio quei ricordi e quei sapori provati quando si era bambini, sempre legati a momenti belli e che rimangono impressi nella mente anche in età adulta.

Vi invito a dare un’occhiata alle sua creazioni sul suo profilo instagram e sulla sua pagina Facebook

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: